"Natura&Vino della Teverina" - Museo Geologico e delle Frane

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

"Natura&Vino della Teverina"

Eventi
A BAGNOREGIO UN CONVEGNO E UN EVENTO DEDICATI AL “GEOTURISMO DEL VINO”
21 e 22 aprile 2018

Sabato 21 aprile all’Auditorium di Bagnoregio si è svolto il convegno “GEOTURISMO DEL VINO. IL NUOVO ‘SENTIERO ENO-NATURALISTICO’ TRA CIVITA DI BAGNOREGIO E LA VALLE DEL TEVERE”.

Un connubio tra geologia, vini e turismo della Teverina, che ha visto la straordinaria presenza di studiosi ed esperti di tali settori.
L’evento è stato promosso dal Museo Geologico e delle Frane, dal Comune di Bagnoregio e dall’Ordine dei Geologi del Lazio nell’ambito del progetto partecipativo “Creativi Per Natura” del Sistema museale RESINA della Regione Lazio.

Nel corso del convegno è stato presentato il nuovo “Sentiero Eno-Naturalistico della Teverina” realizzato dal Museo in compartecipazione con le realtà del territorio culturali e imprenditoriali legate al turismo. Il percorso è costituito da tappe nei luoghi più significativi del territorio per le loro peculiarità paesaggistiche, geologiche, naturalistiche, archeologiche e storiche. Comprende i luoghi in cui sono fruibili i servizi culturali dei sei comuni della Teverina (tra cui il MUVIS di Castiglione in Teverina, il Museo del Vino più grande d’Europa) e le cantine dove vengono prodotti vini legati alle caratteristiche dei differenti substrati geologici (argille di origine marina, tufi di origine vulcanica e depositi alluvionali del fiume Tevere).

Per il Sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti, “il convegno concretizza l’impegno del Comune e del suo Museo per lo sviluppo del turismo sostenibile nel territorio: tale sviluppo ha le sue solide fondamenta nello studio e nella ricerca condotti dagli esperti e nelle attività di scavo effettuate sotto l’egida della Soprintendenza, che permettono di migliorare le conoscenze, scoprire nuove ricchezze archeologiche e paleontologiche e valorizzare così le ricche potenzialità del nostro territorio. L’obiettivo finale è quindi la divulgazione e la fruizione turistica sostenibile, con il conseguente incremento delle opportunità di lavoro e di sostegno economico per la comunità. Il Museo Geologico e delle Frane in questi anni ha dimostrato con i fatti una sempre maggiore capacità professionale, scientifica e organizzativa proiettata sul territorio; ne è una evidente dimostrazione il ricco programma di interventi nel convegno del prossimo 21 aprile, a cui numerosi Enti e Istituzioni, come ISPRA, INGV, le tre Università di Roma, e quelle della Tuscia e di Perugia, la Cattedra UNESCO dell'Università di Firenze, ed importanti Associazioni di settore hanno risposto positivamente concedendo il patrocinio e partecipando con loro rappresentanti. Un impegno, quello del Comune e del Museo, che parte dalla ricerca ma non dimentica la comunicazione con il vasto pubblico e, infatti, la giornata del 22 sarà dedicata all’evento “Civita GeoWineExpo. Natura & Vino della Teverina” che presenterà il sentiero ai numerosi visitatori di Civita e proporrà degustazioni e attività di scoperta della geologia dei vini. Non può mancare, ovviamente, un sentito ringraziamento all’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio per aver finanziato l’iniziativa, dimostrando fattivamente di credere in un sistema museale scientifico-naturalistico forte e molto attivo come RESINA, e alla Soprintendenza che ci coadiuva costantemente, aiutandoci nel portare avanti lo studio e la valorizzazione del nostro territorio”.

Il convegno si è concluso con la degustazione guidata dall’esperto di vini Carlo Zucchetti di alcuni grechetti della zona prodotti su ciascuno dei tre substrati geologici della Teverina (argille, tufi e alluvioni).

Nella giornata del 22 aprile, a Civita, si è svolto l’evento “Civita GeoWineExpo. Natura & Vino della Teverina”, rivolto a tutti i cittadini e ai turisti con postazioni dedicate alla descrizione del Sentiero, alla scoperta delle peculiarità geologico-naturalistiche ed enologiche del territorio.

Dall’intenso lavoro preparatorio, che ha tra l’altro compreso laboratori didattici per oltre 300 studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, è scaturita anche la realizzazione del “Teverina Wine Cornera Palazzo Alemanni: una postazione divulgativa accessibile a tutti, gestita dal personale del Museo, e dotata di video e pannelli sul territorio e i suoi vini, che consentirà di presentare al pubblico in modo permanente il “Sentiero eno-naturalistico della Teverina” e il materiale informativo relativo ai diversi partner.
 Convegno
 “GEOTURISMO DEL VINO. IL NUOVO ‘SENTIERO ENO-NATURALISTICO’
TRA CIVITA DI BAGNOREGIO E LA VALLE DEL TEVERE”
Sabato 21 aprile 2018
 Auditorium Vittorio Taborra
Via Fratelli Agosti, Bagnoregio (VT)

Il Museo come promotore dello studio, della tutela del territorio e della sua valorizzazione sostenibile. Un convegno e un evento aperti a tutti per divulgare gli studi in corso nella Teverina, diffondere le conoscenze sulle relazioni tra geologia e produzione vinicola e valorizzare l’intero territorio.
Ma, soprattutto, un’occasione per raccontare come da un progetto “partecipato” sia nata una rete stabile tra le realtà culturali e produttive che ha dato vita a un nuovo progetto: il “Sentiero eno-naturalistico” della Teverina dedicato allo sviluppo di un turismo sostenibile.
L’iniziativa è realizzata nell’ambito del progetto “Creativi per natura” del Sistema museale RESINA e finanziata dall’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio per promuovere i musei scientifici quali presidi culturali e attori di partecipazione nei loro territori.
Riconosciuti crediti APC per geologi e agronomi.

PROGRAMMA
 
09:30 Saluti istituzionali
 
Tommaso Ponziani
Direttore Museo Geologico e delle Frane (Civita di Bagnoregio, VT)
 
Francesco Bigiotti
Sindaco di Bagnoregio (VT)
 
Lorenza Merzagora
Coordinatrice Sistema museale RESINA

Gabriele Scarascia Mugnozza
Presidente della Commissione Nazionale Grandi Rischi
 
Giuseppe Scarascia Mugnozza
Direttore DIBAF (Dipartimento per la Innovazione nei Sistemi Biologici, Agroalimentari e Forestali), Università degli Studi della Tuscia, Viterbo
 
Roberto Troncarelli
Presidente Ordine dei Geologi del Lazio

Alberto Cardarelli
Presidente Ordine Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Viterbo
 
Maria Letizia Arancio
Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l'area Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale
 

SESSIONE I - Studio del territorio: evoluzione, pregi, problematiche e prospettive future
 
10.30 Maurizio Del Monte (Sapienza Università di Roma, DST)
I calanchi: non solo aree ad alto rischio di erosione, ma anche una risorsa da valorizzare
 
10.50 Danilo Palladino (Sapienza Università di Roma)
Il Distretto Vulcanico Vulsino
 
11.10 Fabrizio Marra (INGV), Giovanni Maria Di Buduo (Museo Geologico e delle Frane)
Evoluzione vulcano-tettonica della valle del Fiume Tevere nell’area vulsina
 
11.30 Coffee break
 
11.50 Carmelo Petronio (già docente di Sapienza Università di Roma), Mario Federico Rolfo (Università degli Studi Tor Vergata)  
Il sito a vertebrati presso Civitella d'Agliano (Viterbo): paleontologia e paleoetnologia
 
12.10 Maria Letizia Arancio (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l'Area Metropolitana di Roma la Provincia di Viterbo e L’Etruria Meridionale)
Qualche novità sull'archeologia nella Teverina: progetti di ricerca territoriale e attività di scavo
 
12.30 Claudio Margottini (Ambasciata d'Italia in Egitto, UNESCO Chair), Daniele Spizzichino (ISPRA, UNESCO Chair)
Ambiente naturale e presenza dell'uomo nel paesaggio culturale di Civita di Bagnoregio, candidato a patrimonio UNESCO
 
12.50 Giovanni Attili (Sapienza Università di Roma, DICEA)
Civita di Bagnoregio e il suo territorio. Come ricomporre un rapporto interrotto.
 
13.10 Barbara Aldighieri (Presidente Associazione Italiana Geologia & Turismo)
Geologia e turismo: il vino chiave di lettura tra paesaggio e contesto geologico

 
13.30 – 15.00 Lunch break

 
SESSIONE II - Sviluppo e fruizione sostenibile del territorio
 
15.00 Giancarlo Della Ventura, Alessandro Cecili (Università degli Studi Roma Tre)
Nuove tecnologie webGIS per la gestione e navigazione virtuale di siti di interesse enologico
 
15.20 Marcello Arduini (Direttore MUVIS - Museo del vino e delle scienze agroalimentari)
Dalla cantina al Museo. Il MUVIS: un patrimonio di ieri, di oggi e di domani
 
15.40 Marta Cotarella (Direttrice Scuola Intrecci Alta Formazione)
INTRECCI, una nuova idea di sala. La sala che serve, contemporanea e accogliente
 
16.00 Vito Intini (Presidente ONAV Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino), Alessandro Brizi (Caporedattore periodico trimestrale dell’ONAV “L’Assaggiatore”)
Rapporto tra geologia e caratteristiche organolettiche di un vino: l’esempio delle Langhe e del Barolo
 
16.20 Rita Biasi (Università degli Studi della Tuscia)
Paesaggi del vino laziale
 
16.40 Gianluigi Giannella (Geologo, libero professionista), Aldo Lorenzoni (Direttore Consorzio Tutela Vini Soave e Recioto di Soave), Chiara Mattiello (Sommelier)  
I vini del vulcano
 
17.00 Laura Melelli (Università degli Studi di Perugia)
HUSH (Hiking in Urban Scientific Heritage): contenuti geologici e naturalistici in realtà aumentata per una nuova visione della città
 
17.20 Giovanni Maria Di Buduo (Museo Geologico e delle Frane)
Il nuovo "Sentiero Eno-Naturalistico della Teverina”: compendio tra studio e promozione sostenibile del territorio

 
Degustazione di vini della Teverina
 
17.40 – 18.30 Carlo Zucchetti (esperto in enogastronomia) - Degustazione Grechetti della Teverina
Con Giuseppe Mottura (Cantina Sergio Mottura, Grechetto sulle alluvioni del Fiume Tevere), Leonardo Belcapo (Fattoria Madonna delle Macchie, Grechetto sui tufi vulsini), Laura Verdecchia (Tenuta La Pazzaglia, Grechetto sulle argille di origine marina).


“Civita GeoWineExpo”
 Domenica 22 aprile 2018
 Palazzo Alemanni
Civita di Bagnoregio (VT)
Dalle 10.00 alle 20.00

Alla scoperta delle peculiarità geologico-naturalistiche ed enologiche del territorio e di come queste ultime sono intimamente connesse e dipendenti dalle prime: un evento interattivo gratuito con postazioni geologiche tattili ed esperienziali, proiezione di filmati, degustazione di vini del territorio, con la guida dei geologi del Museo. Inaugurazione del Teverina Wine Corner.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu